Rituali per la fortuna ed il denaro
Rituali per la fortuna ed il denaro

Nella Magia Bianca ci sono moltissimi rituali per favorire fortuna e soldi. Si tratta di riti che vanno eseguiti con estrema fiducia ed umiltà. La positività e la fiducia sono gli ingredienti fondamentali per i rituali stessi ma anche per lo stile di vita.

Si deve infatti considerare che lo scopo della magia non è ottenere un possesso per fini personali dettato dalla bramosia o dal capriccio ma la pratica esoterica rappresenta un potente mezzo per fare in modo  che si abbia il giusto per un’esistenza dignitosa. Il denaro deve essere visto come uno strumento che ci consente di acquistare ciò che desideriamo (una casa, un’auto che ci consenta di recarci al lavoro etc). Ecco i rituali per attrarre fortuna e denaro devono essere visti in questa ottica.

Incantesimo per la prosperità

Questo incantesimo si può praticare la notte tra il 31 luglio e il  1 agosto, la notte dedicata a Lughnassad e segna l’inizio della stagione dei raccolti, un’occasione di ringraziamento alla terra per i suoi doni.

Tutti i rituali di Lughnasad sono volti ad assicurare una stagione di frutti generosi: un raccolto abbondante assicura la sopravvivenza della tribù durante i freddi e sterili mesi invernali. A scopo divinatorio è uso anche praticare la raccolta dei mirtilli: se i mirtilli erano abbondanti, si riteneva che il raccolto sarebbe stato più che sufficiente.

Occorrente

  • Una piccola bottiglia (possibilmente di vetro)
  • Un tappo per chiudere in maniera ermetica la bottiglia
  • Un amo
  • Dei trifogli ( in numero dispari)
  • Una candela di colore giallo ed una di colore arancio
  • Un pizzico di cannella
  • Qualche monetina

Procedimento

Si lava accuratamente la bottiglia e si accendono le candele. Si prendono l’amo, i trifogli, la cannella e le monete e si infilano molto lentamente  nella bottiglia visualizzando al contempo delle entrate di denaro sotto forma di aumenti di stipendio, vincite al gioco, contratti fruttuosi

A questo punto si chiude ben bene la bottiglia con il tappo e si sigilla con la cera delle candele  recitando con fede e in maniera convinta la seguente formula “Soldi, avanti, venite a me e siate abbondanti. Da questa sera in poi non saremo più  distanti, con l’aiuto di questa bottiglia, venite a me e siate tanti!”   Si tiene la bottiglia vicina alla porta di casa o, in alternativa, in un luogo appartato sempre di casa.  L’incantesimo sarà più potente in misura della forza che si mettono nel preparare  la bottiglia e nel visualizzare il desiderio.   A quel punto la potenza del pensiero si unirà a quella degli atti e delle parole  e si trasformerà in entrate concrete.

Rito contro le difficoltà economiche

Questo rito è volto a costruire un amuleto per risolvere un momento di difficoltà economica. Gli amuleti impegnano le energie nel costruire qualche cosa di positivo le cui proprietà sono  in grado realmente di proteggere nei momenti in cui le difficoltà sembrano prendere il sopravvento.  Soprattutto portano immediatamente, già mentre si costruisce, una ventata di fiducia che mette in uno stato d’animo positivo e che aiuterà a trovare la soluzione  ai problemi.

Occorrente

  • Un sacchetto di stoffa verde.
  • Una candela verde
  • Un oggetto o una moneta d’argento
  • Un pizzico di cannella
  • Un pizzico di zenzero
  • Un pizzico di zafferano

Procedimento

La costruzione dell’amuleto si deve eseguire in luna nuova.  Si accende la candela verde. Si mettono nel sacchetto gli ingredienti uno alla volta in quest’ordine: cannella, zenzero, zafferano e per ultimo l’oggetto o la moneta d’argento.  Contemporaneamente si deve pensare intensamente e visualizzare l’abbondanza che si desidera.  Si lascia consumare la candela. Poi si mette il sacchetto in un posto in cui riceva la  luce del sole. Si lascia lì per 12 giorni, cioè dalla luna nuova alla luna piena. Poi si deve sempre portare con sé.

Questi due rituali per la fortuna ed il denaro possono essere fatti in autonomia, ricordandosi sempre che una volta eseguiti è bene non avere l’ossessione del risultato.